News

Crackers e tonno a mensa: Candreva paga la retta per la bambina

Un lieto fine per la bambina a cui erano stati serviti crackers e tonno perché i genitori non potevano pagare la retta della mensa.

Qualche giorno fa sulle pagine dei principali quotidiani e blog avevamo letto la notizia di una bimba costretta a un pranzo ridotto in quanto i genitori non potevano pagare la sua quota per i pasti scolastici.

Molte sono state le polemiche dopo che la storia ha fatto il giro del web. Così il calciatore Antonio Candreva ha deciso di intervenire. 

Il centrocampista dell’Inter ha alzato il telefono e ha parlato con il sindaco di Minerbe per farsi spiegare la situazione e capire come rendersi utile. Candreva, padre di due figli, ha scelto di agire con un gesto semplice: pagare personalmente il pranzo della bambina.

Il giocatore non è ultimo a questo tipo di gesti: già lo scorso anno si era molto preoccupato per le condizioni di salute di uno steward colpito da una sua pallonata durante una partita e operato alla milza. Nei giorni successivi all’intervento Candreva aveva voluto sincerarsi che tutto fosse andato per il meglio.

Magari l'Inter avesse l'intraprendenza di Candreva.