News

Caso Oscar Rent, due arresti dopo i servizi di Striscia la notizia

Svolta nel caso Oscar Rent, la società veronese operante nel settore del noleggio e della compravendita di autovetture di cui si era occupata Striscia la notizia con alcuni servizi di Moreno Morello (il primo andato in onda l’11 ottobre 2017).

Per Paolo Nazzareno Gennari, fondatore della società e amministratore di diritto, è stata disposta la custodia in carcere, mentre per una 51enne, Daniela Bresciani, amministratore di fatto, il giudice ha disposto la misura degli arresti domiciliari.

L’azienda, una volta stipulato il contratto di noleggio e ottenuto il pagamento anticipato e il deposito cauzionale, non consegnava le auto prenotate, fornendo indicazioni ingannevoli circa la disponibilità e i tempi di consegna.

I due indagati sono stati arrestati  dalla Guardia di Finanza con l’accusa di bancarotta fraudolenta aggravata, dopo che già lo scorso aprile le fiamme gialle avevano sequestrato 153 auto e perquisito le case di Gennari e Bresciani, accusati di aver «cagionato il dissesto dell'impresa compiendo atti di disposizione dei beni sociali, in particolare della quasi totalità del parco auto, in parte a favore di un'altra srl».
Inoltre, «al fine di rendere impossibile la ricostruzione del patrimonio e del volume d'affari dell'azienda, hanno sottratto o comunque omesso di tenere i libri e le altre scritture contabili che, pertanto, non sono state consegnate al curatore fallimentare».