News

Veterinario torturatore condannato dopo un servizio di Striscia

Dopo l’uccisione e il maltrattamento ad animali, la Cassazione conferma la condanna  a tre anni di reclusione al veterinario.

La Cassazione ha confermato la condanna emessa dalla Corte d’Appello di Milano nel febbraio 2017 nei confronti di un veterinario della provincia di Pavia per uccisione e maltrattamento di animali e violenza sessuale. A tre anni e un mese di reclusione ammonta la pena complessiva inflitta. La vicenda era venuta a galla nel 2013 quando Edoardo Stoppa, per Striscia la notizia, si occupò del caso e al momento della registrazione dei filmati venne attaccato, insieme alla troupe, dal veterinario. Il medico era finito sotto processo dopo l’indagine condotta negli ambulatori di Santa Maria della Versa (Pavia) e di Borgonovo Val Tidone (Piacenza) dalla quale erano emerse diverse sevizie: privazione di acqua e cibo a cani e gatti in degenza, mancata somministrazione di antidolorifici ad animali sofferenti, interventi chirurgici con dosi di anestesie insufficienti, cuccioli di cane e gatto uccisi dentro sacchetti della spazzatura.