News

Padova, arrestato presunto autore delle vetrine spaccate

Nei giorni scorsi Striscia la notizia con Moreno Morello aveva denunciato una situazione grave ed inquientante. Nei negozi della città sono state spaccate ripetutamente le vetrine, ad opera di uno sconosciuto. Gli uomini della squadra Mobile di Padova hanno arrestato Torch Ammor Ben Lazhar, un tunisino 40enne irregolare con i documenti perché ritenuto l'autore. L'uomo, che utilizzava per i suoi raid una bicicletta, era già stato arrestato il 9 febbraio del 2014 per una vetrina spaccata in centro.

Finito in carcere, era stato sottoposto alla procedura per l'espulsione, ma non era stato possibile riportarlo in Tunisia perché il Paese non lo aveva individuato negli archivi dell'anagrafe. Una volta scarcerato Lazhar era rimasto a Padova clandestinamente. Ora la polizia sta cercando un altro uomo che potrebbe essere responsabile di altri colpi ai negozi.

Stando agli elementi raccolti dagli agenti, coordinati dal pubblico ministero Roberto Piccione della procura della Repubblica di Padova, a Lazhar sono riconducibili una parte delle oltre trenta spaccate compiute in centro a Padova dalla primavera scorsa ad oggi. L'arresto è stato fatto la notte scorsa nel quartiere Palestro, dove lo straniero abitava in una casa intestata alla sorella.

In casa gli agenti hanno trovato articoli di abbigliamento, pelletteria e biciclette che potrebbero essere state rubate dal tunisino nel corso degli atti di vandalismo e furti.