News

Il Tg satirico di Antonio Ricci cresce negli ascolti e si conferma leader della stagione televisiva. A settembre una 31esima stagione ricca di sorprese.

Prosegue la scia di vittorie per Striscia la notizia che ieri, giovedì 7 giugno, è stato ancora una volta il programma più visto della giornata, con un ascolto medio di 4.225.000 telespettatori e il 18.20% di share. Sul pubblico attivo, il più pregiato e di riferimento per gli investitori pubblicitari, il Tg satirico di Antonio Ricci, condotto da Ficarra e Picone ha ottenuto il 20.64% di share. Alle 21.22, lo storico varietà campione d’ascolti ha raggiunto picchi di 5 milioni di telespettatori (5.016.562 telespettatori), pari al 21.03% di share e al 23.31% di share sul target 15-64 anni.
È solo l’ultimo dei tanti successi di una stagione straordinaria di Striscia la notizia, la 30esima, che si conclude domani sera. Perché, dopo 30 anni, Striscia è ancora una volta leader della stagione, con ascolti in crescita rispetto alla scorsa edizione.
Il Tg satirico di Antonio Ricci, infatti, è stato 180 volte il programma più visto dell’access prime time sul pregiato pubblico attivo e 38 volte il programma più visto dell’intera giornata.
Il miglior ascolto della stagione è stato registrato martedì 27 febbraio 2018, quando Striscia ha conquistato 6.993.000 telespettatori, pari al 24.49% di share e al 27.81% di share sul pubblico attivo, con picchi di 8.554.000 telespettatori, pari al 30.15% di share e al 32.84% di share sul target 15-64 anni. Ottima anche la media stagionale, che, con un trend di ascolti in continua crescita, è più alta del 5% rispetto alla scorsa edizione: ogni sera, mediamente, 5 milioni di telespettatori hanno guardato Striscia, pari al 19.10% di share e al 21.42% di share sul target commerciale. Proprio sul target 15-64 anni, il più pregiato e di riferimento per gli investitori pubblicitari, il Tg satirico di Antonio Ricci ha registrato nella stagione un distacco medio di 7 punti percentuali dal competitor di Raiuno.
 
Giancarlo Scheri, direttore di Canale 5, commenta: «Striscia la notizia chiude alla grande una stagione trionfale, confermandosi ancora una volta il programma più visto della giornata. Antonio Ricci, assoluto fuoriclasse della televisione italiana, da 30 anni confeziona ogni giorno uno dei programmi più amati, moderni, innovativi e vivi della tv italiana, contenitore unico di satira, denuncia sociale, divertimento, ironia, che ha sempre saputo rinnovarsi, sintonizzandosi, edizione dopo edizione, sui gusti del pubblico. Un vero vanto editoriale e un inarrivabile successo anche sul piano numerico che contribuisce quotidianamente al successo del dato di prime time di Canale 5. Grazie quindi ad Antonio Ricci e alla sua insaziabile genialità, a tutta la squadra produttiva e complimenti ai conduttori che si sono alternati dietro al bancone: Ezio Greggio, Enzo Iacchetti, Michelle Hunziker, Gerry Scotti, Ficarra e Picone. Arrivederci a settembre».
 
Tra le novità di questa edizione del Tg satirico più famoso e seguito d’Italia, le Veline Shaila Gatta e Mikaela Neaze Silva, confermate anche per la prossima stagione insieme agli storici inviati del programma e alla new entry Eric Barbizzi, che a 14 anni è il più giovane consulente scientifico di Striscia.
 
Tra le inchieste più importanti della stagione: quella sullo spaccio di droga nelle più importanti piazze d’Italia (Napoli, Palermo, Roma, Milano, Bologna, Torino…); quella sulle “parentopoli” e “appaltopoli” in Puglia, che ha portato alle dimissioni dell’assessore regionale Michele Mazzarano. E poi, il “canna-gate” e altre irregolarità all’Isola dei Famosi, il “droga-gate” al Grande Fratello, le falle nei sistemi di sicurezza antiterrorismo a Milano, Roma e Firenze, lo scandalo delle plusvalenze realizzate da alcune squadre di calcio italiane nella compravendita di baby calciatori. Ma anche, anziani e disabili che avrebbero votato a loro insaputa alle elezioni siciliane, e, per il terzo anno di fila, quelle sulle ingiustizie e gli sprechi dell’Agenzia delle Entrate.
Tra i fuorionda memorabili, quello di Federica Panicucci, che dietro le quinte ha offeso il collega Francesco Vecchi, e quello di Vittorio Sgarbi, artefice della fake news della corsa ai CAF per il reddito di cittadinanza.
Tante anche le campagne, tra cui quella per l’abolizione dell’Iva sugli assorbenti e quella contro il cyberbullismo e le fake news, di cui è stata vittima anche la Velina Mikaela.
 
Grande successo anche per il mondo digital di Striscia la notizia: in questa stagione il sito www.striscialanotizia.mediaset.it ha raggiunto più di 5,4 milioni di utenti unici, registrando, rispetto all’edizione precedente, una crescita del 47%. La pagina Facebook ufficiale ha invece conquistato 373.000 fan, crescendo dell’88% e assestandosi a quota 795.000 fan.
 
Ficarra e Picone commentano così il grande successo di questa 30esima edizione: «Siamo contrari alla chiusura stagionale di Striscia: per questo continueremo a condurre il Tg satirico di Antonio Ricci anche in estate da casa nostra».
 
Antonio Ricci è già al lavoro per una trentunesima edizione piena di sorprese e inchieste.