INVIATO

Max Laudadio

segui su

Nasce a Pistoia il 30 agosto 1971. Con il sogno di fare il maggiordomo si iscrive all’alberghiero, ma la sua passione per il calcio giocato e la gioventù spesa come animatore nei villaggi turistici gli fanno cambiare idea. "Si è mai visto un maggiordomo che palleggia mentre serve una fiorentina coinvolgendo i commensali con un giochetto da villaggio?” No! Si è risposto Max.  Così ha pensato che solo al circo avrebbe potuto mostrare le sue stravaganti doti ma, persa anche quest'ultima possibilità perché anche nel palleggio era scarso, ha ripiegato con la televisione dove lavora da oramai più di venti anni. "La tv era l’unico posto dove prendevano veramente tutti”- ha dichiarato con autostima lo stesso Max, per poi scoprire che Striscia la Notizia lo aveva selezionato solo per i suoi trascorsi da fidanzato di una nota attrice italiana. “Beh, l’importante non è come mi hanno selezionato, ma il fatto che dopo che ci siamo lasciati non mi hanno ancora mandato via!” - ha commentato fiero il NON giornalista.  (www.maxlaudadio.com)
 
Il 1996 segna l'inizio del suo percorso televisivo:
- Autore di "Dritti al Cuore" in onda su Telemontecarlo 2 e voce dello stesso programma
- Dal 1997 al 1999 è conduttore e autore di "Bar Show" e "Animatour" e inviato per "Territorio italiano" e "Vj Television", su Match Music television
- Nel 1999 è autore per Disney Channel
- Dal 2001 al 2003 è inviato de "Le Iene"
- Dal 2003 ad oggi è inviato di Striscia la Notizia. Nella stagione 2010-2011 del Tg satirico la sua attività d'inchiestista si sdoppia vestendo anche i panni del Cicalotto, espressione vivente del suo alter-ego animale
- Nel 2011 partecipa come concorrente al programma… "Baila"  in coppia con Marcella Bella
- Nel 2014 è autore e conduttore del format televisivo “Pulci Famose” in onda su La5
 -Nel 2017 è autore e conduttore di "Missione Possibile" in onda tutte le domeniche su Tv 2000
 
Alla carriera televisiva Laudadio affianca da sempre l'attività radiofonica:
- Nel 2001 e nel 2002 è al timone de "Il tropico del cammello" su Radiodue
- Nel 2006 conduce in diretta su RTL 102.5 "Chi c'è c'è e chi no c'è non parla" e "Tanto domani è domenica"
- Nel 2007 e nel 2008 è protagonista, sempre su RTL, de "Il Ficcanaso"
- Nel 2009 in un circuito di radio regionali con "Agente Max e Gli angeli della radio"
- Nel 2011 torna su Radiodue con "Attenda in linea”
 
Il teatro è la terza passione di Max:
- "La bisbetica domata" (1998)
- "Molto rumore per nulla" (1998)
- "Caino e Abele" (1999)
- "La morte dei comici" (2005)
- "Studio 54" (2005)
 
L'ultimo amore di Max è la fotografia e, dal 2014, una selezione dei suoi scatti è raccolta nella mostra "Quattr’occhi sul mondo" (www.4occhisulmondo.com), un viaggio intorno al mondo fotografato attraverso un paio di occhiali. 
 
Mostre
2014 Milano Art Gallery – Spazio Culturale, Milano, Quattr'occhi sul mondo – Riflessi e Visioni, a cura di Vittorio Sgarbi
2014 Spoleto Arte, Spoleto, Perugia, Quattr'occhi sul mondo – Riflessi e Visioni, a cura di Vittorio Sgarbi
2015 Museo Fondazione Luciana Matalon, Milano, Quattr'occhi sul mondo – Immaginazione 2.0, a cura di Nello Taietti
2015 MIDO Eyewear Show, Fiera Milano, Quattr'occhi sul mondo – Immaginazione 2.0, a cura di Nello Taietti
2015 EXPO, Fiera Milano, lo scatto dal titolo "Acqua", scelto come rappresentativo del tema dell'Esposizione Universale "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita", viene esposto nel padiglione Eataly, nell'ambito della mostra I Tesori d'Italia, curata da Vittorio Sgarbi
2015 Museo Nazionale della Fotografia, Brescia, Quattr'occhi sul mondo – Museum, a cura di Barbara Vitale
2015 Museo Diocesano, Brescia, Quattr'occhi sul mondo – Museum, a cura di Barbara Vitale
2016 MuSa, Museo di Salò, Salò, Brescia, L'immagine dell'Italia attraverso la Fotografia, a cura di Italo Zannier e Vittorio Sgarbi
2017  Cefalù, Ottagono Santa Caterina, Quattr’occhi sul mondo - a cura di Barbara Vitale
 
Max ama la natura e la difende e, nel 2010, fonda l'associazione ON (www.associazioneon.org) con la quale è impegnato per aumentare la vivibilità e la tutela dei nostri boschi e delle nostre montagne.
 

I servizi